Ed ecco la nostra seconda intervista, fatta ad Alfredo B. Alfredo è un amante della natura ed usa il metal detector sopratuttto in spiaggia. Ci lascia infatti degli importanti consigli riguardanti le ricerche a mare e su cosa fare per non creare disturbo ai bagnanti.

Ciao e benvenuto. Prima di iniziare questa piccola intervista parlaci un pò di te: 10 Domande ad Alfredo.

Mi chiamo Alfredo, ho 27 anni e amo stare a contatto con la natura, e cerco sempre hobby che affiancano questa mia passione.

 

1) Grazie, ora iniziamo con le domande. Da quanto tempo pratichi il metal detecting?

Sono circa 10 mesi che pratico questo affascinante hobby, che mi permette di stare a contatto con la natura, il mare, in campagna e nei boschi.

2) Qual’è il metal detector in tuo possesso?

Posseggo un garrett euroace.

3) Hai intenzione di cambiarlo in futuro?

Per adesso no, ma in futuro vorrei comprare un garrett at gold.

4) Hai un pinpointer? Credi sia utile?

Si, e credo che per un ricercatore esigente come me sia utile a rilevare in maniera veloce e precisa il target.

5) Cosa preferisci collezionare?

Io vado per la maggior parte delle volte in spiaggia, e dai miei ritrovamenti c’è poco di collezionabile direi.

6) Ricordi il tuo primo ritrovamento? di che si tratta?



Si, un tappo a corona in spiaggia e già credevo di aver trovato il Sacro Graal, hihihi.

7) Cosa hai provato quando per la prima volta hai trovato una moneta con il metal detector?

La prima moneta in spiaggia fu 1 euro ed esclamai tra me e me ”Wow, mi sono pagato il caffè di stamattina!”

8) Preferisci la spiaggia, i campi o le ricerche sott’acqua?

Preferisco la spiaggia, abitando a 10 minuti dal mare.

9) Quali sono gli attrezzi che non devono mai mancare nel tuo zaino?

Non devono mai mancare il propointer, una vanga per il terreno e una sassola forata per la spiaggia, e ovviamente delle pile di scorta.

10) Cosa consigli a chi vuole avvicinarsi a questo hobby?

Personalmente consiglio di stare alla larga da zone archeologiche, di individuare un terreno e prima di entrarci chiedere il permesso al proprietario. Sulle spiagge, da giugno a settembre, evitate di dar fastidio ai bagnanti ed effettuate le ricerche di mattina presto o la sera tardi. Chiedete sempre il permesso ai gestori dei lidi se è possibile fare una spazzolata. Come ultima cosa consiglio di avvisare le autorità competenti entro 24 ore se si ritrova un oggetto di interesse storico e immediatamente si l’oggetto ritrovato è di natura pericolosa.

Grazie Alfredo per averci concesso questa intervista. In attesa di una bella mareggiata ti auguro buona ricerca!