Consegna al Museo di un Reperto del Neolitico



Consegna al Museo di un Reperto del Neolitico: vediamo come il metal detecting può essere d’aiuto per riscrivere, ancora una volta, una piccola parte della Storia.

Se c’è una cosa che amo è vedere che esiste gente che rispetta le regole. Chi usa il metal detector nel modo corretto sa che esiste un codice etico da rispettare ma anche delle vere norme imposte dalla legge italiana. La legge dice che qualora si dovesse ritrovare un oggetto che abbia più di cinquanta anni e che abbia una certa importanza storica rispetto al contesto in cui viene individuato, va consegnato alle autorità.

donazione-reperto-archeologico

Documento rilasciato dalla Città di Stantarcangelo di Romagna, Istituto dei Musei Comunali.

Ed è proprio così che ha fatto un nostro collega detectorista: Sergio Cerantonio.

Ecco la sua testimonianza: “Durante una delle mie tante uscite col metal detector, mi trovavo nella zona di Pietracuta-San Leo in provincia di Rimini. Mentre ero intento a spazzolare in prossimità del bosco la mia attenzione è stata attirata da una pietra di fattezze simmetriche e non naturali, proprie di un manufatto. Recuperata la pietra e messa all’interno del mio zaino ho continuato la mia spazzolata. Il giorno seguente ho portato la pietra a farla visionare al museo, chiedendogli cosa ne pensassero, e li presente c’era anche il Dott. Biordi, responsabile della sezione di archeologia dei musei di Rimini. Ritenuto a prima vista un pezzo interessante, il manufatto è stato inviato per un attenta analisi alla Dott.sa Barogi del museo della preistoria ” Luigi Domini” di San Lazzaro di Savena in provincia di Bologna. Il Responso ufficiale avvenuto dopo qualche giorno ha stabilito che il manufatto si identificava in un ascia-martello e come periodo, gli è stato attribuito il neolitico.”



ascia-martello-riconsegnata-metal-detector

ascia-martello-neolitico

materiale-archeologico-riconsegnato

A Sergio è stato rilasciato un documento, dai Musei Comunali di Santarcangelo di Romagna, che attesta la donazione dell’utensile risalente al periodo neolitico e lo si ringrazia per aver consegnato un reperto di interessante valore storico. Nel documento viene anche indicato che il reperto sarà esposto presso la sezione preistorica del Museo Storico Archeologico della Città. Dato che il fatto è accaduto nel 29/03/2013 speriamo che attualmente l’oggetto in questione, l’ascia-martello, sia stata esposta e visibile a tutta la comunità.

Vorrei ringraziare personalmente Sergio. Grazie per avermi permesso di condividere la tua storia sul nostro sito, credo che sia bello pubblicizzare il comportamento corretto che ognuno di noi dovrebbe compiere. Sono gesti come questo che mettono in buona luce il nostro hobby.