Il Terreno ideale per la ricerca con il Metal Detector



Qual è secondo voi il terreno ideale per la ricerca con il Metal Detector? Le teorie potrebbero essere tante e quindi è giusto che alla propria esperienza si affianchi anche un pò di scienza. Vediamo insieme quale potrebbe essere il terreno perfetto per una spazzolata e quali requisiti dovrebbe avere. Ma soprattutto, perfetto per cosa? Per quale motivo dovremmo definire un terreno ideale? Secondo quali requisiti e per quale scopo?

Il-Terreno-ideale-per-la-ricerca-con-il-Metal-Detector-300x206

Quando si spazzola, grazie all’esperienza, si riescono a capire tante cose che, normalmente, un detectorista non conosce.

Una delle incognite per chi pratica da poco questo hobby o per chi non lo pratica da abbastanza tempo è capire quale tipo di terreno risulta essere quello ottimale per sfruttare al meglio tutte le potenzialità del proprio cercametalli.

Quali sono le condizioni ideali del terreno quando si fa uso del metal detector? O meglio, in quale tipo di terreno il cercametalli riesce a lavorare meglio e a dare al suo utilizzatore le migliori soddisfazioni? Questo è il quesito di tantissimi cercatori.

Non tutti sanno infatti se il proprio MD diventa più efficace sul terreno bagnato, su un terreno umido o su un terreno completamente asciutto. O magari, chi conosce la risposta lo sa per esperienza, senza conoscerne il motivo. In realtà le condizioni del terreno ideale non dipendono dalla sua umidità o aridità nè se è bagnato o meno ma dipendono esclusivamente dal tipo di terreno.



Il terreno ideale dove effettuare le proprie ricerche ed ottenere le migliori prestazioni del proprio metaldetector è quello che consente la condizione migliore del propagarsi del campo elettromagnetico. Un esempio quindi potrebbe essere il terreno permeabile, che consente all’acqua di filtrare.

Laddove il terreno dovesse essere invece impermeabile, cosa che si verifica quando l’acqua non riesce a filtrare, si avranno delle condizioni di ricerca sfavorevoli. Questo è dovuto al fatto che le sacche che l’acqua crea nel sottosuolo, quando non riesce a filtrare, impedisce il propagarsi dei campi elettromagnetici.

Ricordiamo poi che per trovare qualcosa è necessario avere anche tanta fortuna. Può capitare anche di trovare una moneta a vista, senza l’utilizzo del nostro caro e amato metal detector. Il terreno ideale quindi può facilitare la ricerca ma senza la giusta dose di fortuna non si trova un bel nulla.

E’ possibile che qualcuno possa non essere completamente d’accordo con quanto descritto in questo articolo. Vi invito quindi a provare, a fare dei test e vedrete che, molto probabilmente, il vostro pensiero si avvicinerà finalmente al mio. Ricordate di fare i test sempre con lo stesso oggetto metallico che dovrà quindi essere ricercato in diversi terreni con differenti condizioni climatiche. Insomma, il metal detecting è un hobby in cui l’esperienza è davvero molto importante ma ricordate bene che senza un pò di fortuna non si va da nessuna parte.