Leggi Metal Detector – Sintesi



Leggi Metal Detector – Sintesi. Sei un principiante, anzi, devi ancora comprare un metal detector e non sai da dove iniziare. Bene, la scelta del miglior cercametalli adatto alle tue esigenze è davvero importante e va fatta seguendo diversi criteri, ne ho già parlato in altri articoli e di sicuro ne parlerò ancora nei prossimi. Ma il focus di questo articolo, cioè il mio obiettivo, è quello di far capire a chi mi legge che non si deve sempre parlare esclusivamente di quale modello è migliore, del modello che va più in profondità o di quello che discrimina meglio.

Leggi-Metal-Detector-Sintesi

Ci tengo quindi a ricordare quello che deve essere il giusto comportamento del metal detectorista, cioè come deve comportarsi ciascuno di noi per seguire nella maniera più corretta questo nostro amato, anzi amatissimo hobby. Tralasciamo quindi per un attimo qual è il miglior metal detector e passiamo a quello che ciascuno di noi deve assolutamente conoscere, ancora prima di effettuare il primo acquisto in modo tale da sapere sin da subito come ci si deve comportare.

Ci sono diverse cose da sapere. Vuoi iniziare le ricerche? Devi prima documentarti sulle zone archeologiche e con vincolo paesaggistico. In queste zone non puoi andare con il metal detector. Per alcune province trovi delle mappe su internet ma la cosa migliore sarebbe andare in comune e richiedere il piano territoriale.

Oggetti ritrovati. Come comportarsi?

Per gli oggetti ritrovati la legge dice che se l’oggetto ha più di 50 anni ed ha interesse storico o archeologico va consegnato. Come si fa a capire se ha questo tipo di interesse? Oggetti o monete molto antichi, ad esempio di epoca romana, vanno consegnati. Per il resto va usato il buon senso e se si hanno dubbi è meglio portare l’oggetto ritrovato presso gli uffici della sovrintendenza, saranno loro poi a dirti cosa fare. Ti consiglio di leggerti un po’ di leggi, c’è un’apposita sezione sul nostro sito chiamata Leggi Italiane dove vengono riportati con precisione tutti gli articoli e le leggi di riferimento che vanno a regolamentare l’uso del metal detecting. Tutto quello che hai letto in questo articolo è giusto una piccola sintesi di tutto quello che vi è dietro.



Ed in spiaggia come funziona? Innanzitutto è necessario controllare se anche qui esiste qualche vincolo archeologico o paesaggistico. Può sembrare strano ma anche alcune spiagge hanno questi vincoli e quindi vanno rispettati. Per quello che riguarda gli oggetti rinvenuti in spiaggia, nel caso in cui si dovesse ritrovare un oggetto di valore questo dovrà essere consegnato presso il più vicino Ufficio di Oggetti Smarriti e nel caso in cui nessuno ne reclamasse la sua scomparsa questo diventerà a tutti gli effetti di proprietà di chi lo ha ritrovato. Nel caso in cui dovesse invece comparire un proprietario al metal detectorista spetterà una ricompensa in denaro.

Vi sono delle ulteriori limitazioni? Si. Innanzitutto si deve rispettare la proprietà privata. Non accedere mai in un suolo che non è di tua proprietà senza autorizzazione, nemmeno se ti sembra abbandonato. Ricorda che i contadini sono spesso molto disponibili e quindi, a meno che tu non gli chieda di effettuare le ricerche su un terreno coltivato probabilmente con un po’ di educazione riuscirai ad ottenere il tuo permesso.

Ricorda inoltre che le buche vanno ricoperte, ed evita di effettuare voragini. Se per fare una buca hai utilizzato una pala o una vanga assicurati di richiudere per bene la buca in modo tale che nessun possa inciampare o farsi male. E poi, un terreno pieno di buche non è mai bello da vedere. Se sarai diligente e rispetterai il territorio il proprietario del terreno molto probabilmente ti darà accesso anche ad altri suoi terreni.

Vuoi effettuare ricerche di militaria? Anche qui ci sono delle piccole e semplici regole da rispettare. Vuoi andare alla ricerca dei reperti inerenti alla prima guerra mondiale? Ti piacciono i cimeli della seconda guerra mondiale? Benissimo. Il mio consiglio però è quello di lasciare in casa il metal detector e iniziare a studiare. Studia tutto quello che potrai trovare nelle tue ricerche, studia tutto quello che potrai individuare nel terreno. E’ possibile avere la “sfortuna” di ritrovare un ordigno ancora attivo o altro materiale che ancora oggi sia pericoloso e letale. Come farai a riconoscerlo senza prima aver studiato i rischi che potresti correre? Pensa che in Veneto (ma non solo) è ancora così facile effettuare un ritrovamento di questo tipo che per la ricerca di militaria è obbligatorio iscriversi presso un’apposita associazione e richiedere un patentino, una sorta di attestato che si ottiene a seguito di un corso fatto appositamente per chi vuole effettuare delle ricerche di questo genere.