Metal Detector Fisher F19



In casa Fisher è arrivato un nuovo prodotto: il metal detector Fisher F19. Ho avuto il piacere, grazie alla Geotek Center, di provare in anteprima nazionale questo apparecchio. Il nuovo Fisher F19 viene venduto con la piastra da 10” DD (doppia d) ed il modello che ho testato è la versione limited (ovvero in edizione limitata) in versione Camo. Inizialmente infatti questo metal detector sarà venduto in versione limited in due differenti colori: il classico mimetico verde militare per la versione uomo ed una versione sempre camo ma con tonalità viola per la versione donna. Successivamente questo prodotto sarà venduto anche con i colori più classici ovvero nero con piastra bianca.

metal-detector-fisher-f19

Caratteristiche Tecniche.

Come già detto, la piastra di ricerca è da 10” (25,4 cm) ed è una doppia D waterproof, questo significa che la bobina è impermeabile e può anche essere immersa in acqua senza alcun problema (solo la piastra). Il peso del cercametalli compreso di batterie è di 1,25 kg, parliamo quindi di un apparecchio davvero molto leggero e questo diventa importante per coloro che utilizzano il macchinario per più ore consecutive. La frequenza di lavoro del F19 è di 19.2 kHz. Per quanto riguarda le batterie, viene utilizzata la classica pila alkalina da 9 volt e la sua durata è di circa 15 ore, che però potrebbero diminuire se si utilizza l’illuminazione del display (è una caratteristica di cui parleremo tra poco).

Pannello di Controllo.

Il metal detector Fisher F19 si presenta con un ampio display Lcd e sotto di esso vi sono il pomello del Gain, il pomello del Threshold, i tasti – e + , il tasto del pinpoint ed il tasto Menù/GG.

pannello-di-controllo-fisher-f19

Pomello del Gain. Tale pomello ha una doppia funzione: serve sia per accendere e spegnere il cercametalli che per regolare il Gain. Tale funzione, in italiano detta Guadagno, viene utilizzata per decidere se cercare esclusivamente oggetti grandi (in questo caso il pomello dovrà essere regolato verso sinistra) o anche gli oggetti più piccoli (in questo caso il pomello dovrà essere regolato verso destra). Il gain quindi è una funziona che va regolata in base alle proprie esigenze, in base al tipo di ricerca che si vuole effettuare.
Pomello del Threshold. Anche questo pomello ha una doppia funzione: se impostato ad ore sei il macchinario funzionerà in modalità Discriminazione, se ruotato verso destra si attiverà la modalità All Metal e nello stesso momento il pomello assumerà la funzione di Threshold ovvero ci permetterà di aumentare o diminuire a proprio piacimento la sensibilità del cercametalli in fase di ricerca. Ruotando il Threshold verso destra si aumenterà la sensibilità, ruotandolo verso sinistra la si andrà a diminuire.

Pinpoint. Il tasto del pinpoint del F19 funziona nella stessa maniera sia che si stia lavorando in modalità discriminazione sia che si stiano effettuando le ricerche in modalità all metal. Per azionarlo sarà sufficiente tenere premuto l’apposito tasto, rilasciandolo la modalità pinpoint sarà disattivata. Il pinpoint va utilizzato per centrare al meglio il target dopo che è stato individuato nella normale ricerca. E’ davvero molto preciso e la cifra che comparirà sul display andrà ad indicare la distanza in pollici che vi è tra la piastra e l’oggetto individuato.

Tasti – e + e Tasto Menù/GG. Tali tasti hanno una differente funzione che varia se il metal detector è in modalità All Metal o Discriminazione.

In modalità All Metal i tasti – e + ci consentono di effettuare il bilanciamento manuale del terreno. Il tasto Menu/GG invece ci permetterà di effettuare il bilanciamento automatico del terreno. Per azionare tale funzione sarà necessario tenere premuto il tasto e “pompare” la piastra, ovvero allontanarla ed avvicinarla più volte dal terreno sino a quando sul display non compare un valore costante.



cercametalli-fisher-f19

In modalità Discriminazione i tasti – e + ci consentiranno di diminuire e aumentare i valori delle diverse impostazioni presenti nel Menù. Per azionare il Menù sarà sufficiente premere il tasto Menù/GG e per ogni pressione digitale comparirà sul display una diversa funzione.
Se il tasto Menù non viene premuto i tasti meno e più ci consentiranno di regolare la discriminazione ovvero ci permetteranno di eliminare in maniera sequenziale uno o più segmenti (che vanno da 1 a 100) in fase di ricerca. I metalli ferrosi vengono riconosciuti dal Fisher F19 nei primi 46 segmenti quindi se vogliamo discriminare il ferro dalle nostre ricerche dovremo pigliare il tasto + sino ad arrivare al segmento 46.

Se il tasto Menù viene premuto una sola volta si attiverà la funzione dell’illuminazione del display. In alto a destra sul display Lcd verrà visualizzata l’icona della lampadina ed i valori potranno essere regolati da 0 (spento) a 5. Un’ottima funzione ideata soprattutto per coloro che amano effettuare le ricerche al buio, magari sulla spiaggia d’estate.

Se il tasto Menù viene premuto due volte si attiva la funzione Volume e tramite i tasti meno e più possiamo regolarlo da 0 a 20.

Se il tasto Menù viene premuto tre volte si attiva la funzione V-Break. Tale funzione serve per decidere quali metalli dovranno essere identificati con un tono basso e quali con un tono alto ed i tasti meno e più ci aiuteranno a selezionare i segmenti che dovranno suonare con tono basso o alto. I segmenti di colore grigio suoneranno un tono basso mentre quelli di colore nero suoneranno un tono alto. Gli eventuali segmenti senza colore non suoneranno in quanto discriminati con la funzione principale della discriminazione.

Se il tasto Menù viene premuto quattro volte consecutive si attiva la funzione Notch Width. Si tratta di una particolare funzione innovativa che si accoppia al classico Notch attivabile premendo il tasto Menù per cinque volte consecutive. Tale funzione permette di selezionare da 1 a 20 segmenti da discriminare in fase di ricerca. Tali segmenti potranno poi essere eliminati da qualsiasi punto della scala dei segmenti, sia dall’inizio, che dal centro, che dalla fine. Per conoscere e capire meglio questa funzione vi consiglio di visionare la videorecensione.

Videorecensione.

 

Resettare il Metal Detector Fisher F19.

Tutte le impostazioni utilizzate restano in memoria anche quando il metal detector viene spento. Per riportare in maniera rapida il cercametalli alle impostazioni iniziali di default è possibile effettuare questa operazione: Spegnere il Fisher F19, selezionare la modalità Discriminazione, tenere premuto il tasto Menù e nello stesso momento accendere il metal detector. Dopo un paio di secondi sarà possibile rilasciare il tasto Menù e le impostazioni iniziali di fabbrica saranno ripristinate.

piastra-metal-detector-fisher-f19

In Sintesi: il nuovo Fisher F19 è una macchina nata per eccellere nella discriminazione dei metalli. Il top delle sue prestazioni viene dato durante la ricerca in terreni molto sporchi. Ho effettuato diversi test e mi ha particolarmente colpito in quanto riesce ad identificare molto bene le monete che ho utilizzato nei test (alcuni centesimi di euro, euro e le vecchie 200 lire) in mezzo a dei chiodi arrugginiti, senza avere mai un segnale sporco. Un’altra particolarità è la segnalazione costante sul display del Ground Phase se si lavora in modalità All Metal, ovvero viene indicato il tipo di minerale presente nel terreno attraverso un id numerico. Se il numeretto (id identificativo) del bilanciamento del terreno che state utilizzando è molto diverso da quello indicato nel Ground Phase sarebbe opportuno rieffettuare il bilanciamento automatico o manuale del terreno.

Per concludere vorrei ringraziare ancora una volta l’importatore per la Fisher in Italia, la Geotek Center, per avermi dato la possibilità di testare in anteprima nazionale il nuovissimo F19.