Il test Metal Detector Garrett Euroace 350 se pur non professionale e piuttosto casareccio è nato perché quando iniziai a spazzolare acquistai un esemplare e di lì a poco tempo mi accorsi che la curiosità per questo hobby interessava ad alcuni dei miei amici e non, e fu così che formammo il gruppo Tuscany Detectors.

Chiaramente avendo sul campo un Garrett quasi tutti i componenti non avendo esperienza e fidandosi acquistarono anch’essi lo stesso modello. Questo ci tengo a dirlo perché probabilmente se all’inizio avevo optato per un altro modello o marca adesso avevamo altro. Per cui questo test non è una sorta di promozione verso questo modello ma è perché l’input è stato di possedere un MD entry level con i suoi pregi e difetti non molto costoso e ben rivendibile.

Con il passare del tempo nel gruppo poi sono arrivati anche possessori di White’s, Tesoro, Fisher ecc. Io stesso ho anche un AT Pro e non è detto che uno strumento superiore sia migliore. Io sono dell’idea che ogni detectorista usi il MD che faccia al caso suo ed è una cosa molto personale. Non sopporto nei forum quando si accendono le discussioni su quale MD si deve scegliere solo perché lo si possiede e crediamo che sia il migliore di tutti. Io per esempio spazzolando con L’At Pro mi sono accorto di preferire il 350 solo perché l’At Pro mi faceva fare delle buche anche di 1 metro, Mentre io mi trovavo meglio con il 350 perché scavavo meno.



Praticamente questo test provato su un campo arato ci dice che se mettiamo la modalità Custom (modalità personalizzata) ed escludiamo le prime 7 tacche abbiamo target sostanzialmente buoni. Chiaramente mettendo questo tipo di ricerca escludiamo vari target e non escludiamo purtroppo le stagnole, strappi di lattina, tappi corona ecc. che tra l’altro suonano anche bene, ma neppure MD di fascia superiore non le esclude. Un altro fattore importante tra i tanti è anche la grandezza dell’oggetto che può cambiare da tacca a tacca pur rimanendo però sempre sulle tacche alte.

Altri fattori importanti sono la mineralizzazione del terreno magnetismo presente nell’aria ecc. che non affronteremo perché andremo troppo sul complicato. Spesso quando usciamo e ci sono sul campo vari metal, anche di fascia alta, ci divertiamo a fare una garetta per sfotterci un po’ (c’è un ragazzino con il Garrett 250 che ci umilia sempre). Finisco dicendo che settare il Garrett EuroAce 350 con questa modalità è per noi un compromesso.

Permette di selezionare target buoni e fare molto meno buche purtroppo perdendo qualche ritrovamento. Capiamo anche che una recensione del genere pubblicandola scatenerà un sacco di polemiche ma a noi va bene così. Del resto lasciamo qualcosa anche agli altri, non possiamo prendere tutto noi.