Uscite in Notturna



Mi sta capitando sempre più spesso di leggere sia su vari forum che su diversi gruppi di Facebook che sono sempre di più i metal detectoristi che amano spazzolare di notte.

Cosa ne penso io delle uscite in notturna? Ebbene, quello che esporrò ora è un mio parere personale, pertanto non andrà inteso come legge o normativa, ma come un mio personale pensiero.

Le-Uscite-in-Notturna-con-il-metal-detector-300x225

Uscite in notturna con il metal detector, si o no? Ni. Se per uscire a spazzolare con il proprio cercametalli di notte significa andare in un luogo dove di giorno vi è troppa gente e quindi si potrebbe arrecare fastidio ai presenti, sono d’accordissimo. Parliamo comunque di luoghi dove si ha il permesso a spazzolare, o comunque dove non si necessita di un’autorizzazione per effettuare le proprie ricerche.

Un esempio? La ricerca in spiaggia. In inverno, se vogliamo effettuare le ricerche in spiaggia, possiamo andare, salvo in alcuni casi, in qualsiasi ora del giorno. Se invece vogliamo andarci in estate, sarà inevitabile imbattersi nei bagnanti. Anche se prestassimo attenzione, potremmo sempre infastidire qualcuno, o ancora più probabile, potremmo essere noi ad essere “infastiditi” dai soliti impiccioni di turno. Se quindi qualcuno in estate in spiaggia, preferisce uscire in notturna con il metal detector, proprio per evitare gli altri, sono pienamente a favore di tale scelta.



Se invece si vuole uscire di notte nei campi o in altre zone il discorso, a mio parere cambia. Non dico che uscire al buio significhi andare obbligatoriamente a compiere qualcosa di illecito, ma così sembra. Vi faccio un esempio, ma per capirlo dovrete uscire dalla mentalità del detectorista e pensare come una persona comune. Se alle 2 di notte passate in una zona oscura, magari nella periferia, poco lontano dal centro abitato, dove iniziano i primi campi e trovate un uomo armato di torcia e di metal detector cosa pensereste?

Potrebbe anche trattarsi di un hobbista che in buona fede, per mancanza di tempo (perché magari lavora tutto il giorno e solo la notte riesce ad avere un po’ di tempo libero da dedicare al metal detecting) si trova li a spazzolare senza alcuna intenzione di violare la legge. Ma agli occhi della gente comune, tale soggetto sarà sicuramente scambiato per un “tombarolo”.

Io, personalmente, odio questo termine, lo odio vivamente in quanto ogni volta che uno di questi soggetti viene (giustamente) fermato dalle forze dell’ordine, la stampa e l’opinione pubblica fanno presto a fare di tutta un’erba un fascio e puntare il dito su tutti coloro che utilizzano il metal detector nel pieno rispetto di tutte le leggi vigenti e del nostro codice etico e morale.

Proprio per evitare tutto questo, il mio consiglio, che ripeto ancora una volta è del tutto personale (proprio per questo è un consiglio) è quello di non effettuare le ricerche in notturna, se non in spiaggia.

Un’altra piccola ma importante considerazione: se volete effettuare ricerche di militaria, non andate mai di notte. Se state effettuando questo tipo di ricerca, in teoria, dovreste essere in un’area dove si è svolta una delle due guerre mondiali. Questo significa che in quella zona è possibile effettuare ritrovamenti di vario genere, compresi oggetti metallici pericolosi. E’ il caso degli ordigni bellici, che già possono essere pericolosi se trovati di giorno, figuriamoci se dovessero essere scoperti al buio.

E tu come la pensi? Sei a favore o contrario alle uscite in notturna con il metal detector?